FANTASCIENZA STORY: APPENDICE 01 – PARTE 09

FANTASCIENZA DA GUARDARE IN CASA (TV – HOME VIDEO) – PARTE 09

1998 – 2001

Iniziamo il 1998 con un film Tv trasmesso però su Italia 1 l’uno gennaio 2001: è Bigfoot, il mio campione (Big and Hairy). E’ la storia di un ragazzo che si è trasferito recentemente e si trova ora sull’isola di Cedar. Non ha amici e cerca quindi di farseli giocando nella squadra di basket, ma i risultati non sono eclatanti fino a che una sera, seguendo delle impronte, non incontra un giovane Bigfoot.

E’ sempre del 1998 Un Nemico nell’Ombra (Carriers) di Alan Metzger che ci porta a conoscere Carmen Travis (Judith Light), un Maggiore dell’Esercito americano che è stata mandata in Africa per scoprire l’origine di un virus che ora si sta diffondendo negli Stati Uniti. La donna scopre che il virus viene trasmesso agli esseri umani dalle scimmie e trova anche due ragazze che sono guarite mangiando delle bacche. La cura è stata trovata ma, contemporaneamente, si scopre anche che l’origine del virus è artificiale…

Ancora del 1998, ma apparso su Hellmark solo nel 2000, ecco Fuori dal Tempo (Out of Time) di Robert Butler, film Tv imperniato su un poliziotto che viaggia nel passato per arrivare nella città di Los Angeles. La sua missione è quella di catturare un criminale e per riuscirci dovrà fare coppia con il proprio nonno, anche lui un tutore dell’ordine.

Quel misterioso amico di mia madre (Perfect Little Angels) di Timothy Bond ci porta ad Elesium Meadows che è un quartiere idilliaco, dove non ci sono teppisti e tutti gli adolescenti sembrano di una bellezza fuori dal comune. Un giorno Justine e sua madre (Cheryl Ladd) vanno ad abitare in questo paradisiaco quartiere e Justine viene avvicinata da Brad, il capo della Elesium Meadows Gang, il quale vorrebbe farla diventare come tutti gli altri, ma la cosa non convince Justine che con l’aiuto di Mitch, uno dei pochi che sembra normale rispetto allo stereotipo degli altri, comincia a indagare anche sulle misteriose medicine distribuite dall’altrettanto misterioso Dottor Lawrence (Michael York).

Di nuovo siamo nel 1998 e di nuovo siamo a Roswell per il film di Brad Turner Roswell – Lo Sbarco degli Alieni (Roswell: The Aliens Attack). In effetti qualcosa è precipitato dal cielo di Roswell nell’anno 1947. Sul luogo dell’impatto l’esercito degli Stati Uniti ha trovato i corpi di due creature aliene, quello che non sa è che altri due esseri dall’aspetto perfettamente umano, un uomo e una donna, si sono allontananti separatamente dal luogo dell’impatto. Il loro compito è quello di distruggere la forma uomo sulla Terra, di renderla cioè inabitabile ai terrestri; questo, forse, per fare posto a un’altra forma di vita che vi si insedierebbe. L’uomo s’innamora e cambia idea, non così la donna che prosegue spietatamente nella sua missione.

Fallout (Fallout) di Rodney McDonald ci riporta invece al terrorismo cosmico: sulla stazione spaziale Gateway un gruppo di cosmonauti sovietici ne prende d’assalto la base e la occupa. Le loro richieste vertono sul ritiro delle truppe sovietiche dal Tajikistan, se questo non avverrà essi attiveranno il Neblisk Space Weapons System e cioè una rete di satelliti nucleari che sono in orbita attorno alla Terra e la distruggeranno. Uno shuttle, con a bordo un astronauta della NASA e degli agenti scelti, si dirige verso la stazione per sventare la minaccia. Tra gli interpreti, nel solito ruolo del malvagio, c’è Frank Zagarino interprete, tra gli altri, di Assedio Alieno, Cyborg Guerriero d’Acciaio, Cyborg III e Shadowchaser – Progettato per uccidere.

Altra commedia di stile disneyano è questo Alieni in Famiglia (Stepsister from the planet weird) di Steve Boyum, dove una ragazzina scopre che la madre desidera risposarsi con uno strano individuo che scopre essere totalmente alieno.

Apparentemente “targato” 2000, ma in realtà realizzato nel 1998 è questo The Faculty (The Faculty) di Robert Rodriguez. Rimaneggiamento volutamente ispirato a Invasione degli Ultracorpi e Terrore dalla Sesta Luna, ma aggiungiamo noi, soprattutto a I Vampiri dello Spazio di Val Guest è ambientato nella scuola di Herrington High, ormai un edificio fatiscente frequentato da studenti difficili e da insegnanti delusi. Un mondo in lenta degradazione frequentato da esseri umani di ogni tipo. Ma gli studenti stanno per incontrare qualcosa di veramente strano: una forma aliena giunta da un altro pianeta è portatrice di spore che, innestatesi nei corpi umani, li controllano e li piegano ai loro voleri. Un gruppetto di studenti, scoperto l’accaduto, cerca di individuare la regina di questi parassiti. Uccisa lei il contagio è destinato a fermarsi. (DVD: Miramax)

Poca fantascienza nel film di Sean McNamara P.U.N.K.S. (P.U.N.K.S.), storia di quattro vivaci ragazzini che fondano un club al quale danno appunto il nome di P.u.n.k.s. Lo scopo di questo circolo è quello di salvaguardare la pace nel mondo e la loro prima missione consiste nel rubare un’invenzione della Crow Inc. la quale deve essere collaudata sul padre di uno di loro. Il congegno dovrebbe servire per aiutare i paraplegici ma poichè la cavia, interpretata da Henry (Fonzie) Winkler, è malata di cuore, l’esperimento potrebbe essere fatale per lui avendo, come effetto collaterale, quello di aumentare la forza fisica del soggetto.

Sempre del 1998 è questo film di Colin Bucksley intitolato Identità Rubata (Nightmare Street), dove una giovane donna si trova proiettata in un’altra dimensione e tutte le persone che conosce hanno nomi e lavori diversi. Sua figlia è scomparsa e lei deve tornare alla sua realtà per ritrovarla. L’aiuta in quest’impresa un giovane medico innamorato di lei e che, una volta tornata nella sua dimensione, incontrerà nuovamente.

Restiamo nello stesso anno per parlare di un soggetto certamente non nuovo nel campo del cinema. Una disegnatrice è telepaticamente collegata con un serial killer. La donna, inizialmente, non riesce ad avere delle visioni chiare ma, in seguito, le vittime scelte dal criminale dimostrano che sta avvicinandosi sempre di più a lei. Il film s’intitola In Dreams (In Dreams) per la regia di Neil Jordan.

Il Mostro del Lago di Costanza (Das Biest im Bodensee) di Richard Huber è una produzione tedesca del 1998 dove i soliti scienziati genetici si fanno scappare una mutazione al quale, attraverso la rete fognaria, si trova nel lago del titolo con tutti i problemi del caso…

Atomic Dog (Atomic Dog) del 1998 per la regia di Brian Trenchard-Smith ci tratteggia la storia di un cane nato in un centro nucleare e impazzito a causa delle radiazioni. L’animale è pericolosissimo e diventa l’incubo della tranquilla cittadina vicino alla quale sorge lo stabilimento.

Altro film televisivo dello stesso anno è La Crociera della Paura (Voyage of Terror) ancora di Brian Trenchard-Smith, dove l’addentellato fantascientifico ci viene offerto da un virus di misteriosa natura che colpisce una nave in crociera. Il Presidente degli Stati Uniti fa isolare il piroscafo e una epidemiologa, a bordo della nave stessa, lotta disperatamente per vincere il morbo che, tra gli altri, ha anche colpito la figlia.

Ispirato vagamente alla Cosa di John Carpenter ecco giungere a tarda notte in TV Stazione Erebus (Sometimes they come Back…for More) di Daniel Zelik Berk. Anche questo si svolge in una base polare e anche qui qualcosa o qualcuno comincia a uccidere gli scienziati di stanza nella Base Erebus, ma i cadaveri inizialmente non si trovano salvo tornare trasformati in zombie. La lotta con queste creature sarà spasmodica fino all’ultimo.

Creatura (Creature o Peter Benchley’s creature) di Stuart Gillard entra nel novero degli esperimenti genetici proibiti che generano una creatura metà uomo metà squalo con una notevole intelligenza. Nonostante questo, al termine delle due puntate trasmesse sui nostri teleschermi, viene ovviamente sconfitto. Il make-up del mostro è di Stan Winston.

Torna dopo le disavventure del primo film nel quale sperimentava l’invisibilità, Una Mamma Invisibile 2 (Invisible Mom II) di Fred Olen Ray. Uno scienziato ha inventato il Triton, una macchina che è in grado di teletrasportare persone e oggetti smaterializzandoli da una parte e materializzandoli in un luogo opposto, invenzione che ha creato molti problemi per il costante esubero di mosche ai precedenti inventori. In questo caso, poichè si tratta di una commedia, i collaboratori dell’inventore cercano di vendere la macchina a un trafficante d’armi il quale però vuole anche gli schemi tecnici della complessa invenzione…

Sull’onda dei disastri spaziali ecco Meteorites (Meteorites!) di Chris Thomson. La piccola città di Leroy festeggia ogni anno l’avvistamento di un UFO e, in effetti, il cielo comincia a essere solcato da oggetti luminosi che non sono però astronavi aliene, ma meteore. Il pericolo aveva già dato delle avvisaglie giorni prima e, per uno strano gioco del destino, la minaccia cosmica devasta la piccola cittadina. Sull’onda dello Squalo,  pur avvisato del pericolo, il Sindaco della cittadina non vuole sospendere il suo festival sugli UFO e toccherà a Tom Johnson, un ex artificiere, salvare il salvabile.

Un’ arma micidiale è la protagonista del film Progetto Pandora trasmesso in tv con il titolo Segreto Militare (Pandora Project) di John Terlesky e Jim Winorsky. La particolarità di questo nuovo ordigno è quella di distruggere ogni forma di vita lasciando intatto il resto. Il furto di quest’arma condannerebbe il mondo a subire uno spaventoso ricatto e quando ciò avviene tocca al solito eroe sventare il piano del cattivo di turno.

Ancora una volta tratto dall’omonimo romanzo di Sir Arthur Conan Doyle, il creatore di Sherlock Holmes, ma famoso anche per il personaggio del Professor Challengher, brillante ed estroso paleontologo, viene fatto un film tratto dal suo romanzo più famoso Il Mondo Perduto (The Lost World) di Bob Keen. Ne furono fatte almeno due altre versioni, una muta e una su grande schermo a colori e aventi lo stesso titolo, più una terza versione chiamiamola abusiva intitolata L’incredibile viaggio nel continente perduto. Nel caso della pellicola di Keen ancora una volta ci troviamo davanti a una spedizione, capitanata dal Professor Challenger, diretta alla volta di una lontana e sperduta terra popolata da mostri preistorici. Ormai il computer permette quasi tutto e infatti anche qui le sequenze (poche) con i mostri preistorici sono comunque più che decorose. Il tono del film è comunque molto più tragico di quello dei suoi predecessori: fra tradimenti, uomini primitivi e mostri, quasi tutti i membri della spedizione moriranno e uno di loro, creduto morto, continuerà la sua lotta per la vita prigioniero per sempre sull’acrocoro rimasto isolato dal tempo.

Abbiamo esitato a lungo prima di inserire anche questo film, e cioè Thirst – Sete (Thirst) di Bill L. Norton, perché non esiste una ragione spiegabile per la quale esso possa appartenere al genere. La storia è quella di una piccola cittadina della California, San Paolo, dove un germe inquina l’acqua potabile e agisce non solo per ingerimento, ma anche per contatto. Il Sindaco non ha voluto usare i soldi a disposizione per la costruzione di un nuovo acquedotto e così San Paolo comincia a essere travolta da infezioni e da morti a causa di un germe conosciuto sì, ma che non si comporta come ci si aspetterebbe: è estremamente più resistente e i filtri non riescono a trattenerlo. Toccherà a un ingegnere trovare la soluzione finale che debellerà il virus. Nel film non è spiegata la particolare e insolita resistenza del virus, unico elemento al quale la fantascienza si può attaccare. Comunque, nel dubbio e come sempre abbiamo fatto, abbiamo preferito segnalarlo.

Sotto l’ispirazione dell’ormai lontano Rollerball, ecco Future Sport (Future Sport) di Ernest Dikerson. Siamo nel Ventunesimo Secolo, per la precisione il 2025, e lo sport più famoso del mondo si chiama, in maniera piuttosto anonima, Futuresport. Viene giocato su pattini a rotelle e consiste in una squadra di cinque giocatori il cui compito è quello di scaraventare la palla dentro a un foro. Il campione di questo gioco si chiama Tre Ramzey, Dean (Lois & Clark – Le nuove avventure di Superman) Cain, il quale vive per la gloria, per i soldi e per la notorietà fino a che non capisce che esistono altri valori e, con l’aiuto di una famosa giornalista (Vanessa Williams) e dell’inventore del gioco (Wesley Snipes), combatte un’importante partita nella quale c’è in palio l’autonomia delle isole Hawaii.

Progeny  (Progeny), uscito poi in tv come Progeny – Il Figlio degli Alieni, di Brian Yuzna è una sorta di Rosemary’s Baby fantascientifico. I coniugi Barton conducono una vita felice ma, durante una notte, la donna viene rapita da una misteriosa luce blu e al risveglio si ritrova incinta di due mesi. Con l’aiuto di uno psichiatra essi riescono a sapere che la donna è stata portata a bordo di un’astronave ed esaminata da strane creature. A un successivo esame poi, il feto risulta non essere umano. Il tentativo di fare abortire la donna fallisce perché la creatura è interconnessa con i suoi organi interni e rimuoverla vorrebbe dire ucciderla. Un esperto di ufologia avverte la coppia che, con ogni probabilità, gli alieni torneranno per riprendersi la loro creatura…

Last Night (Last Night) di Don McKellar è un film canadese privo di rutilanti effetti speciali, imperniato sul comportamento umano alla vigilia della fine del mondo dove il Sole non tramonta più.

È uscito da noi invece solamente in videocassetta il remake del film Ho Sposato un Mostro venuto dallo Spazio e s’intitola, facendo stupidamente il verso a un film più famoso, Ho Sposato un alieno (I Married a Monster from outer space) di Nancy Malone. Anche in questo caso si tratta dell’invasione di una razza di alieni la quale si vuole mischiare ai terrestri e alle terrestri per assicurare la sopravvivenza della propria specie. Anche se il film utilizza l’uso del computer nel mostrarci gli alieni, la storia, rispetto a quella del suo predecessore, risulta meno interessante e basata quasi unicamente sull’effetto. L’umanità dell’alieno, nella pellicola precedente interpretato da Tom Tryon, risultava molto più accurata. In più il film non rinuncia al solito finale aperto.

Altro film apparso solamente in video è Chameleon – Realtà mutante (Chameleon) di Stuart Cooper. Kam è un clone umano in grado di vedere di notte, in grado di sentire l’odore di una goccia di sangue a un miglio di distanza ed è anche capace di mutare il colore della propria pelle e dei suoi tessuti organici. È stata creata da uno speciale corpo di polizia chiamato IBI per combattere il crimine. Ma Kam sa anche comportarsi con la sensibilità di un essere umano per cui, sfidando il capo della sua sezione, parte per una missione rischiosa il cui fino è quello di salvare la vita a un ragazzo rimasto orfano.

Tocca ora a Il Secondo Arrivo (The Second Arrival) di Kevin S. Tenney: si tratta di un film realizzato per il circuito televisivo americano e arrivato da noi in videocassetta ed è il seguito di The Arrival. Il fratello dello scienziato che aveva cercato di fermare l’invasione aliena, il quale è rimasto ucciso in circostanze misteriose, si trova a sua volta invischiato nel tentativo di fermare gli extraterrestri che vogliono invadere la Terra e preparano il terreno alzando lentamente la temperatura del globo per fare in modo che il pianeta diventi perfettamente adatto alle loro esigenze. Egli riesce a far esplodere la base aliena situata sotto una centrale nucleare ma, forse, è solo una vittoria temporanea.

Ritorna il misterioso triangolo nel film di Norberto Barba Triangolo delle Bermuda: Dimensione sconosciuta (Lost in the Bermuda Triangle). Quando una villeggiante scompare misteriosamente nel famigerato triangolo, una ricercatrice si convince che essa è finita in una dimensione parallela. Con l’aiuto del marito della donna scomparsa, essa termina un’invenzione che permette di aprire un varco in questa dimensione. Questo passaggio dà su un’isola sulla quale si trovano statue praticamente identiche a quelle dell’Isola di Pasqua. L’isola sembra deserta ma non lo è…

Un esempio ulteriore di film catastrofico è costituito da Inferno (Inferno) per la regia di Ian Barry. In questo caso si tratta di un enorme lingua di fuoco proveniente dal Sole che si dirige verso la Terra e sta per investire il nostro pianeta. Fervono i preparativi per far fronte alla ustionante minaccia…

Rincorrendo l’uragano (Storm Chasers o Silent Storm) di Mark Sobel, ci porta in un centro di ricerche dove vengono compiuti studi sulla potenza e lo svolgersi degli uragani. Il marito di Jamie (Kelly McGillis) è morto mentre con il suo aereo stava sorvolando un uragano e la donna riceve l’incarico di esaminare e scoprire le cause di improvvisi e micidiali tornadi che infestano il Colorado settentrionale. Dopo aver raggiunto la zona, Jamie si accorge in fretta che la causa di questi fenomeni atmosferici è un impianto dove si stanno effettuando esperimenti su un nuovo tipo di propellente il cui gas, scaricandosi nella zona, genera le tempeste che anche suo marito aveva previsto.

Un uomo viene ucciso a Mosca e sul suo corpo vengono compiuti degli esperimenti bionici per cui torna in vita per dare la caccia al suo assassino e ai soldi che gli ha portato via. La trama è di Readline (Readline) di Tibor Takàs.

Passiamo al 1999 con Storm (Storm) per la regia di Harris Done, che ci porta verso uno dei sogni dell’uomo: poter dominare gli elementi della natura, in questo caso i tifoni. Uno scienziato è riuscito a creare un’apparecchiatura che può farli deviare dal loro percorso e quindi farli scaricare in zone deserte, ma un militare la vuole usare come arma mortale al posto delle bombe atomiche adducendo la scusa che non esiste il pericolo della radioattività, ma che il tifone è una forza in equilibrio e in armonia con la natura. Uno di questi cicloni sta per investire la città di Los Angeles e lo scienziato deve entrare con un aereo nell’occhio del ciclone per poter disconnettere l’apparecchiatura che sta dirigendo il mortale pericolo verso un grande centro abitato.

Sulla scia dei successi commerciali di Deep Impact e Armageddon, arriva, per il mercato dell’home video, Judgement Day (Judgement Day) di John Terlesky. Un gigantesco meteorite si scontra contro un asteroide e i frammenti causati dall’impatto si dirigono verso la Terra. Un frammento di 14 miglia è il più pericoloso e i militari ricorrono a uno scienziato, inventore di un dispositivo esplosivo in grado di distruggere il minaccioso bolide. A complicare le cose ci si mette un paranoico leader religioso che rapisce lo scienziato e, per liberarlo, bisogna ricorrere all’astuzia di un galeotto che odia Thomas Payne, il santone, perché è direttamente responsabile della morte di sua moglie. Inizia la ricerca, ma il tempo è poco, il grande meteorite si avvicina sempre di più…

Di nuovo una terra perduta abitata da dinosauri e ancora una volta intitolata The Lost World - L’incredibile avventura (The Lost World) di Richard Franklin. Anche questa tratta liberamente dal romanzo di Sir Arthur Conan Doyle, ormai preso di mira da una decina di film e che ne ha ispirati molti di più. E anche qui abbiamo dinosauri, con in più piante carnivore e vermi giganti in aggiunta. Il finale, in sospeso, farebbe pensare a un pilot. Le sequenze computerizzate con i dinosauri sono pochissime e non certo al meglio, si salva l’apparizione finale del Tirannosaurus Rex.

Virtual Sexuality (Virtual Sexuality) di Nick Hurran è la storia di una teenager che, lavorando sul computer, cerca di creare il ragazzo dei suoi sogni, ma qualcosa non va per il verso giusto e la ragazza si trasforma nel sogno teconolgico da lei creato.

Per la prima volta i simpatici Muppets, i pupazzi creati da Frank Oz, affrontano un tema fantascientifico nel film di Tim Hill I Muppets venuti dallo Spazio (Muppets from Space). Ora sappiamo che gli antenati di Gonzo erano degli alieni e. nella affannosa e misteriosa ricerca dei suoi antenati, il nostro viene aiutato da Rizzo il Ratto.

Terzo episodio della serie Class, ma che è comunque avulso dagli altri due, è questo film di Robert Radler intitolato Codice Omega (The Omega Code), che unisce orrore e fantascienza perché parte dal presupposto che un gruppo di scienziati riesca e decodificare le Sacre Scritture e avere così un altro piano di lettura in grado di prevedere il futuro umano e che fa di Nostradamus un indovino di bassa categoria. Questo è il punto di partenza per una serie di omicidi. Una forza oscura vuole entrare nel sistema informatico dove sono stati trascritti i segreti del futuro dell’uomo e questa forza vuole dominare il mondo ed entra nel corpo di un importante uomo politico al quale fa da avversario un esperto in mitologia. La regia di questo fantascientifico combattimento tra le forze del bene e del male è di Rob Marcarelli.

Due Passi nel Tempo (Time at the Top) di Jim Kaufman è la storia di una ragazza la quale trova una misteriosa chiave che, inserita nell’ascensore condominiale, permette di viaggiare a ritroso nel tempo. Per cui si trova nel 1881 ad aiutare una sua antenata a tirarsi fuori dai guai Il suo desiderio è quello di restare in quel tempo lontano per cui, dopo essere andata avanti e indietro nel tempo, torna nel 1881 con suo padre.

King Cobra (King Cobra) di David e Scott Hillenbrand appartiene al genere degli esperimenti genetici sfuggiti al controllo degli scienziati. Chi ne fa le spese in questo caso è un gruppo di ragazzi e di contadini che rischiano di diventare il pasto di questo serpente che gli esperimenti hanno ingigantito.

In corsa contro il Tempo (Life in a Day) di Eleanore Lindo parte dall’invenzione di un brillante scienziato il quale sta mettendo a punto un farmaco in grado di  accellerare in tempi brevissimi la guarigione e la rigenerazione dei tessuti, ma c’è chi vuole sfruttare la scoperta per creare una sorta d’elisir d’eterna giovinezza: il risultato è che una bambina passa dall’infanzia all’età adulta in poche ore e la sua vita durerà solo un giorno se non si riuscirà a trovare il modo di fermare l’invecchiamento progressivo.

Phantoms (Phantoms) di Joe Chappelle narra la storia di due sorelle che se ne vanno nella piccola cittadina di Snowfield, in Colorado e la trovano deserta, se si esclude qualche cadavere ucciso in maniera violenta e misteriosa. Si tratta dell’Antico Nemico, una sorta di organismo vetusto come il mondo che, ogni tanto, si risveglia e si ciba assorbendo, ora che si nutre anche di esseri umani, le loro conoscenze. Sembra sconfitto, ma guai a rinunciare a un finale aperto. (DVD: Miramax)

Nelson McCormick, invece, dirige il film Primal Force (Primal Force) che parla di un’isola maledetta, l’isola di San Miguel, ma la vera ragione di questa maledizione sta in un esperimento genetico che è stato condotto in gran segreto. Chi ne conosce il segreto è diventato un alcoolizzato reietto da tutti. Dieci anni più tardi un aereo precipita sulla famigerata isola e viene organizzata una spedizione allo scopo di recuperare coloro che potrebbero essere sopravvissuti, ma nessuno sa cosa li aspetta sull’isola… quasi nessuno…

Altro film per la televisione è questo Un Agente ai Raggi X (X – Ray Kid) di Sherman Scott e Manny Coto, incentrato sul ritrovamento di un paio di misteriosi occhiali che hanno il potere di penetrare le cose. Un affascinante agente segreto si mette a proteggere i due ragazzi che hanno trovato gli strani occhiali, contro degli agenti segreti che se ne vorrebbero impossessare.

Commedia fantascientifica quella che ci offre il film di Penelope Spheeris intitolato Effetti Collaterali (Senseless), la cui trama è semplice: uno studente si presta a far da cavia a esperimenti i cui effetti saranno quantomeno strani e imprevedibili.

Ancora un film con Casper Van Dien che, sotto alcune tematiche, anticipa Blu Profondo. Uno scienziato specializzato in biologia marina, dopo che un suo amico è stato ucciso da uno squalo, resta colpito dall’insolito aumento di attacchi da parte di queste creature. La scoperta viene fatta in tempi abbastanza brevi: una ditta farmaceutica utilizza gli squali come cavie per i loro preparati. Il film s’intitola Shark Attack – Squali all’attacco (Sharks Attack) di Bob Misiorowski.

Il titolo italiano e anche quello originale farebbero credere a un film assolutamente fantascientifico, invece il TV Movie Piovuto dal Cielo (It Came from the Sky), per la regia di Jack Bender, presenta pochissima fantascienza della quale non siano neppure sicuri e che segnaliamo solo per questioni di completezza. La storia è quella di due coniugi il cui figlio ha rischiato di annegare nella piscina della loro casa. L’incidente ha compromesso il normale sviluppo del ragazzo e ha anche compromesso i rapporti tra i due. Il piccolo vive in casa e ha appeso alla parete un poster di un immaginario film di fantascienza nel quale si vedono i tipici alieni verdi ed è attratto fortemente da questo disegno. Ora pare, badate bene, pare, che in lui si siano sviluppati dei poteri particolari tramite i quali riesce ad attirare un aereo che cade sul tetto della loro casa. I due viaggiatori, un uomo e una donna misteriosi quanto strani, vengono ospitati nella casa dei due coniugi e la loro sarà una visita che segnerà per sempre il futuro della coppia e del loro figlio.

Da sempre il cinema si occupa di guerra battereologica e paventa strutture militari che creano virus mortali o nascondono culture di virus letali conosciuti per poi renderle ancora più mortali. L’argomento sta allontanandosi dal fantascientifico, noi ci auguriamo che la fantascienza sia nel parlare di questi laboratori segreti e negati dalle autorità costituite. Ecco perché citiamo Effetto Virus (Doomsday Man) di William R. Gleenblatt. La moglie di un ricercatore si ferisce inavvertitamente e diventa la vittima di un virus letale. Lo scienziato si porta via dal laboratorio tutte le scorte del virus probabilmente per vendicarsi e infettare i responsabili, se non il mondo. Il fratello aiuta gli agenti a trovarlo e si prodiga, pur disgustato a sua volta delle intenzioni dei militari, per fermare lo scienziato. 

Restiamo sempre nel 1999 con il film fantastico di Victor Sarin Il Popolo del Mare (Sea People). Una ragazzina vive con i genitori in un vecchio villaggio di pescatori dove le leggende sul mare si estrinsecano in molte fantastiche storie. Quando la giovane viene a sapere che, per ragioni di lavoro, lei e i suoi dovranno trasferirsi in città, decide di nascondersi in una vecchia fabbrica abbandonata e qui fa la conoscenza con una strana coppia di anziane persone che sembrano provenire da un mondo lontano dove le leggende di sirene e popolo del mare sono una realtà…

Passiamo quindi a un film televisivo intitolato Un Cuore Semplice, meglio conosciuto con il suo titolo originale Flowers for Algernoon che è il titolo originale del romanzo (Fiori per Algernoon) di Daniel Keys e remake de I Due Mondi di Charly, per merito del quale il suo protagonista, Cliff Robertson, vinse il premio Oscar come migliore attore. Il soggetto è praticamente lo stesso: Charlie Gordon (Matthew Modine) è un ritardato mentale. Lavora presso una panetteria e frequenta un corso scolastico per handicappati condotto da Alice (Kelli Williams). Il Dottor Strauss compie su di lui un’operazione innovativa che lo trasforma in un essere estremamente intelligente. Purtroppo il processo è reversibile e Charlie è destinato a tornare quello che era…

Passiamo quindi a Spiders (Spiders) di Gary Jones. Qui ci troviamo di fronte a del DNA alieno che viene usato dalla solita, segretissima organizzazione amministrativa per generare dei ragni mutanti in grado di deporre uova all’interno dei corpi umani per riprodursi. Una ragazza e due suoi amici assistono alla caduta dello Shuttle Solaris a bordo dei quali vi sono degli astronauti impregnati dalle mefitiche uova. Dopo aver girovagato per la base militare semideserta e aver incontrato ragni e uomini in nero, la ragazza resta l’unica superstite e riesce, con l’aiuto di un federale pentito, a distruggere un gigantesco ragno, il quale si era allontanato nella città seminando la morte ed il terrore.

Avalon, dal profondo degli abissi (Avalon Beyond the Abyss) di Philip Sgriccia ci porta su una piccola isola al largo del Golfo del Messico, che viene misteriosamente distrutta mentre del plancton nero altamente velenoso distrugge ogni forma di vita. Un gruppo di biologi marini lavora alacremente per evitare il diffondersi della mortale marea nera, ma quella che potrebbe essere la soluzione alla mortale epidemia portata dal plancton potrebbe trovarsi nelle profondità marine e in mano a un dio Maya che vuole distruggere il genere umano. Bisogna scendere nell’abisso mortale per poter salvare il genere umano…

Chameleon: Duello Mortale (Chameleon: Death Match) di Russell King è il seguito del precedente Chameleon – Realtà Mutante e parla nuovamente di Kam, un clone umano potenziato e creato da una multinazionale la quale si serve di lei e delle sue doti come arma contro i nemici, ma quando uno dei capi di questa Organizzazione viene rapito da dei criminali, Kam interviene con tutte le sue superdoti per salvarlo.

Ed eccoci a Commando Air Force (Airtight) di Ian Barry, una storia di sopravvivenza e d’inquinamento. L’aria del pianeta Terra è diventata veleno per gli esseri umani, l’inquinamento, le eruzioni vulcaniche, le esplosioni nucleari, hanno costretto i superstiti a rifugiarsi nel sottosuolo, all’interno di città sotterranee dove l’ordine è mantenuto dal Commando Air Force. Quando uno scienziato scopre il metodo per poter generare ossigeno, ecco che un gruppo di irresponsabili senza scrupoli si vuole impadronire della formula non per purificare il pianeta, ma per controllare con essa l’intera umanità. Il figlio di un soldato del Commando Air Force vuole terminare il lavoro del padre per poter aprire ai superstiti le porte di un nuovo mondo.

Abbiamo ora Millenium Man – La Nuova Generazione (Millenium Man) di Bradford May. Da un Istituto di ricerche segretissimo è scomparsa l’arma segreta dell’esercito americano, Adam, un criminale psicopatico metà uomo e metà macchina, il quale ha compiuto un formidabile furto di diamanti. Il compito del Maggiore Damon è di trovare Adam, i suoi complici e i gioielli prima che le cose peggiorino… a costo anche di diventare come Damon stesso.

Error 2000 (Error 2000) di Andres Engstrom è una interessante coproduzione tra la Germania e l’Australia e tratta di un folle che con un virus altamente specializzato minaccia di far ripiombare il mondo in un’era oscura tagliando tutte le forme di comunicazione.

Simpatica commedia questo Pat – La mamma virtuale (Smart House) di Levar Burton, conosciuto ai più per il personaggio di Geordi in Star Trek –The Next Generation. Un ragazzo vince una casa completamente automatizzata e munita di un robot tuttofare, il padre, un uomo divorziato, s’innamora della programmatrice.

Ecco tre film destinati solamente al mercato delle videocassette. Cominciamo con Last Hero – L’Ultimo uomo sul pianeta Terra (The last man on planet Earth) di Les Landau. In un futuro prossimo venturo la guerra biologica ha eliminato il sesso maschile e per evitare che gli uomini possano ancora espletare le loro violenze, le donne che sono sopravvissute clonano solamente individui di sesso femminile. Non è d’accordo su questo punto una giovane scienziata che crea un uomo a cui dà il nome di Adams. Le altre donne diventano delle cacciatrici spietate e vogliono eliminare i due…

Dopo quarantasette anni dal primo sbarco dell’uomo sulla Luna, la navicella Sagan sta per raggiungere il pianeta Marte. Dopo aver subito dei misteriosi guasti la nave è atterrata sul pianeta e gli astronauti cominciano a esplorarlo. Una pioggia di meteore mette in pericolo la loro permanenza su Marte e anche la possibilità di ritornare, ma le cose si risolvono anche se, durante un’esplorazione, il comandante, dopo aver scoperto la presenza d’acqua dentro a una grotta, muore. Il titolo del film è Fuga da Marte (Escape from Mars) e la regia è di Neill Fearnley.

Per poter compiere un lungo viaggio nello spazio alla volta del pianeta Marte, un viaggio che durerà otto mesi, l’equipaggio deve mettersi nell’ipersonno. Al loro risveglio due membri dell’equipaggio scoprono che qualcosa o qualcuno ha sabotato tutti i sistemi di navigazione e messo fuori rotta la nave spaziale. Come se non bastasse un bio-agente omicida li ha infettati: questa è la trama di Alien Cargo (Alien Cargo) di Mark Haber.

Trasmesso su Tele+ Grigio il 28 luglio del 2001, questo film di Jeff Abugov appartiene il realtà al 1999 e s’intitola, o quantomeno questo è il titolo che la TV le ha dato, Quando Bill Incontra Jenny (The Mating habits of the Earthbound Human) e narra la storia di un antropologo proveniente da un altro pianeta che scende sulla Terra per realizzare un documentario sulle abitudini sessuali del genere umano.

Anche questo Giovani, Alieni e Vendicatori (Alien Arsenal) di David De Coteau è stato trasmesso su Hellmark il 3 febbraio del 2002, ma appartiene al 1999: nascondiglio designato da alcuni alieni per le loro armi fantascientifiche è la cantina di una scuola americana; alcuni studenti però paiono essere sul punto di scoprire questo nascondiglio per usare le armi contro gli studenti che si sono sempre presi gioco di loro.

Che cosa sono i Babel? Piccole e strane creature che vivevano sulla Terra insieme agli esseri umani millenni e millenni fa. Quando però fu costruita la Torre di Babele che suscitò l’ira di Dio, Egli, non solo disperse l’umanità sul globo ma spedì a vivere sottoterra i Babel… almeno fino ad ora. Questa la trama di Babel (Babel) di Gèrard Pullicino.

Arriviamo così al 2000 con Deep Core 2000 (Deep Core 2000) di Rod McDonald, che ci parla di una immane esplosione che distrugge completamente l’isola tropicale di Kontiki mentre, in Siberia, in maniera altrettanto misteriosa scompare la città di Molotov. Nessuno riesce a capire quale relazione possa esserci tra questo due avvenimenti, solo un geologo ha un’ipotesi e, per verificarla, scende nelle viscere della Terra dove deve provocare un’esplosione nucleare controllata allo scopo di fermare il fenomeno prima che sia troppo tardi per tutto il pianeta. Ci sono solo cinque giorni di tempo prima che la reazione a catena giunga al suo culmine.

Nautilus (Nautilus) di Ed Raymond ci porta nell’anno 2100. Cento anni prima la Terra, a causa di non bene spiegate catastrofi, si trovò in quello che viene definito un evo oscuro e i superstiti caddero tra le grinfie del solito dittatore. Uno scienziato trova un sottomarino atomico del 1997, a bordo del quale il tempo è ancora cent’anni indietro e cerca in tutti i modi di fermare l’olocausto tra le grandi potenze in modo che il mondo non piombi nella barbarie. Peccato che, stile Terminator, il dittatore, abbia mandato qualcuno per ucciderlo…

Pilot apparso in VHS è il film di Colin Budds Max Knight Ultra Spy (Max Knight Ultraspy). Max è un agente con il cuore al titanio e che un tempo era una sorta di gran sacerdote degli Hacker. Ha come assistente una bellissima donna dotata di un cervello artificiale. Il loro compito è quello di salvare una sedicenne che ha scoperto una nuova formidabile fonte d’energia e che è stata rapita dal solito genio cybernetico del male.

Nel 1962 un sottomarino nucleare sovietico è affondato nell’Oceano Atlantico. Nell’anno 2000 la CIA si prepara a trasportare un pericoloso terrorista dall’Europa dell’est agli Stati Uniti. Il trasporto viene effettuato per mezzo di un sommergibile il quale, sulle stesse coordinate dove era affondato il sommergibile russo, si trova davanti a una gigantesca piovra e i marinai dovranno lottare per la loro sopravvivenza. Questo è il tema di un moderno remake de Il Mostro dei Mari, intitolato Octopus (Octopus) per la regia di John Black.

Quindi abbiamo Hell Swarm – L’Invasione (Hell Swarm) di Tim Matheson. Gli alieni, umanoidi dotati di una forza straordinaria, vogliono ovviamente dominare la Terra e già vivono in mezzo a noi, si riproducono con gli esseri umani, ma questo a loro non basta: il primo giorno di primavera hanno intenzione di liberare milioni di api infettate con un mortale veleno. Un poliziotto viene segretamente reclutato da un commando segreto allo scopo di sconfiggere gli extraterrestri conosciuti come Philum.

Passiamo ora ad Alien Fury – Sbarco Alieno (Alien Fury: Countdown to Invasion) di Rob Hedden. Il capo di un’organizzazione governativa segreta scopre che, sulla faccia nascosta della Luna, sono atterrate delle astronavi aliene le quali distruggono i satelliti artificiali che le stavano osservando. I terrestri lanciano un missile con testata atomica allo scopo di distruggere i potenziali invasori, ma poi si scopre che le navi spaziali non esistono e che si tratta tutto di un elaborato trucco di Bill Templer, il capo, per fare in modo che la sua organizzazione non venga smantellata per un taglio dei bilanci. Nemmeno questa è la verità. Gli alieni esistono veramente e hanno una base d’osservazione sulla Luna. Bill Templer è in realtà un extraterrestre che vuole far scoppiare una guerra tra i terrestri e gli alieni, ma il suo piano viene sventato da un ostinato poliziotto. Gli alieni lasciano la base lunare e si allontanano nello spazio… tutti?

Torna, in un film francese, il celeberrimo uomo delle nevi in Yeti (Yeti, le cri de l’homme des nieges) di Jerome Cecil Auffret, che narra le vicende di un medico di un piccolo villaggio del Nepal, il quale precipita in un crepaccio e si trova davanti a un gigantesco Yeti furibondo perché dei cacciatori gli hanno ucciso il piccolo e lui stesso è rimasto ferito. Il medico lo cura e i due diventano amici e quando lo Yeti viene catturato egli lo libera e lo lascia tornare alle sue montagne.

Ed ora andiamo su un piano più… erotico. Contiene esplicite scene di sesso questo film apparso solo in videocassetta e intitolato I.K.U. – I Robosex (I.K.U.) di Shu Tea Cheang. Agli inizi del XXI Secolo gli scienziati della Gemon Corporation hanno creato i Gen-XXX, meglio conosciuti come I.K.U. Costoro sono esseri virtuali assolutamente simili all’uomo, ma dotati di un insaziabile appetito sessuale. Essi si mischiano in mezzo agli esseri umani per portarli verso nuovi e più vasti limiti sessuali.

Il Mistero della Fonte (The Spring) di David S. Jackson è un film TV imperniato su una sorgente dotata di poteri straordinari, una sorta di fontana della giovinezza che è tenuta nascosta agli occhi dei curiosi dagli abitanti del luogo, i quali tentano all’inizio di sopprimere l’incauto forestiero che l’ha scoperta, ma poi vengono a più miti consigli, almeno così pare…

Terzo episodio della serie Chameleon, sempre e solo in VHS, è questo Chameleon: Agente Speciale (Chameleon 3: Dark Angel) di Bobbie Phillips. Nel 2020 è entrata in funzione una nuova forma di energia che sfrutta, tramite uno speciale reattore, la potenza dei buchi neri, però capita che il suo giovane e geniale ideatore viene rapito assieme ai progetti della sua grande invenzione: tocca alla nostra eoina intervenire contro un terrorista, ma, soprattutto, contro il proprio fratello che è al servizio del criminale.

Curioso film questo Epoc (Epoc) di Matt Codo. E’ apparso da noi solo nel circuito home video. Uno strano fenomeno coinvolge tutti i continenti della Terra. Una serie di onde elettromagnetiche si sta propagando per tutto il pianeta. Una squadra speciale crede di aver scoperto l’origine del fenomeno e va ad indagare in Bhutan, presso le pendici dell’Himalaya. Una strana montagna di cinquecento metri d’altezza è spuntata dal terreno, ruota su sé stessa e al suo interno cela il segreto del futuro dell’uomo: se egli, come specie, continuerà ad abitare questo pianeta… oppure no.

In X – Change (X – Change) di Allan Moyle, film canadese da noi apparso solo in VHS con questo titolo, assistiamo a un futuro, ancora piuttosto lontano, dove diventerà di prassi, per chi viaggia, scambiarsi i corpi con chi è già a destinazione e così un uomo viene rapito in modo che il suo corpo possa ospitare l’essenza di un terrorista molto pericoloso. In TV il film aveva come titolo Scambio di Corpi.

Film televisivo che, ancora una volta, richiama in vita il Triangolo delle Bermude, s’intitola Triangle (Triangle), film canadese dovuto alla regia di Lewis Teague. Tre amici d’infanzia s’incontrano per fare una gita all’isola di San Sebastian, divertendosi e pescando per un weekend. Assieme al comandante della barca, al suo affascinante secondo e alla ragazza di uno dei tre, inizia la piccola crociera che li porta al largo, verso Nord, verso il Triangolo delle Bermude.Entrati in una strana nebbia avvistano una grande nave da crociera, la Queen Scott, scomparsa nel 1938. I sei decidono di salire sulla nave deserta, per cercare anche dei pezzi di ricambio per la pompa della benzina del battello, ma questo scompare ed essi sono prigionieri sulla nave, in mezzo a strane voce e apparizioni misteriose. I superstiti si salveranno e verranno recuperati, ma sono passati quattro anni dalla loro scomparsa.

Esce solo in videocassetta New Alcatraz (New Alcatraz) di Philip Roth. Durante i lavori di trivellazione per gli impianti di riscaldamento e di aerazione di un avveniristico carcere di massima sicurezza chiamato New Alcatraz nel cuore dell’Antartide, l’apparecchiatura buca, a una profondità di tremilacinquecento metri, una sacca rocciosa contenente azoto allo stato puro; purtroppo però, oltre al gas, esce anche un gigantesco serpente che era stato in ibernazione fino ad allora. Prima un gruppo di militari, poi gli stessi detenuti lottano disperatamente, assieme a due paleontologi, cercando di uccidere la gigantesca creatura.

Il regista di Punto di non ritorno, Paul W.S. Anderson, si cimenta nei poteri della mente con il film The Sight (The Sight), storia di un architetto americano che riceve l’incarico di ristrutturare un vecchio albergo a Londra. Quando scopre di avere dei poteri extrasensoriali li usa per stanare un serial killer colpevole di aver già ucciso sette persone.

Pizzico di fantascienza su molta fantasy in Una mamma per amica (Virtual Mom) di Laure Lynd: una madre in attesa di divorzio desidererebbe poter creare un buon rapporto tra lei e la figlia tredicenne, ma questa non ne vuol sapere.  Le viene regalato un cd contenente delle immagini di quando era bambina, le sequenze sono state messe su dischetto dalla madre della donna. Mentre le sta guardando sul computer una misteriosa interferenza elettrica causata da un incidente provocato da un camion che è andato a sbattere contro un palo della luce fa sì che la donna ritorni con lo stesso aspetto di quando era ragazzina. Il fenomeno cessa quando lei toglie il dischetto dal computer, per cui approfitta di questo magico potere ottenuto per iscriversi alla scuola della figlia diventandole amica. Quando la donna si accorge che la sua amicizia sta per creare dei guai d’amore alla figlia prende il cd e lo getta nella spazzatura.

Per quanto riguarda Avventura nello spazio (Race to Space) di Sean McNamara, eccone la storia: ci troviamo nei primi anni ’60 alla NASA dove si addestrano gli scimpanzè per far loro assolvere compiti nello spazio; un ragazzino, figlio di uno scienziato tedesco, crescerà in questo ambiente scoprendo i misteri che si celano dietro ai lanci spaziali e talvolta ai loro sabotaggi. Il film vuole essere un favoloso omaggio allo scienziato tedesco Werner Von Braun

Corsa contro il Tempo (Race Against Time) di Geoff Murphy è un film televisivo la cui storia offre qualche spunto originale: in un futuro prossimo il suicidio è diventato legale per cui chi intende togliersi la vita può rivolgersi alla Lifecorps la quale, in cambio di soldi per gli eredi, usa gli organi della vittima per il trapianto e sono in grado di assicurare una morte veloce e indolore. Un padre, con il figlio gravemente ammalato, decide di sacrificare la sua vita per lui. Purtroppo il piccolo muore prima del previsto per cui il genitore vorrebbe recedere dal contratto, ma non è possibile…

Di nuovo tornano le creature carnivore che popolano la zona di Perfection nel Nevada. L’unico rimasto a combatterli è il cacciatore, collezionista d’armi, avventuriero Burt Gummer nel film Tremors 3 (Tremors 3: Back to Perfection) di Brent Maddock. (DVD: Universak Video)

Strana e oscura storia quella girata da Terence Gross per la TV e intitolata Il giorno in cui il mondo finì (The Day, the world ended). Un giovane crede di essere il figlio di un alieno e. mentre una psichiatra per bambini donna indaga sulla morte di alcune persone, il padre terrestre del ragazzo cerca di convincerlo che le sue sono tutte fantasie… forse.

Adolescente delle Caverne (Teenage Caveman) di Larry Clark ci porta nel solito futuro dopo una catastrofe. In questo caso sono sopravvissuti solo in pochi e il resto dell’umanità è tornato quasi allo stato di cavernicoli, ma un gruppo di ragazzi abbandona la propria tribù e le sue leggi sanguinarie con il desiderio di fondare una nuova civiltà, più simile a quella passata. Incontrano poi due esseri che sembrano immortali e dotato di buone intenzioni nei loro riguardi… ma non è vero.

Chiudiamo questa appendice fermandoci al 2001. Altro film televisivo, come quello precedente, è questo Invasion (They Crawl  2001) di John Allardice. Un abile programmatore di computer viene ucciso in modo misterioso e suo fratello e una detective cercano di scoprire l’assassino, ma non si tratta di un solo killer, ma di tanti piccoli assassini che si muovono come comandati da qualcuno. Scarafaggi pensanti o guidati da una mente diabolica?

Lei – La Creatura (Mermaid Chronicles Part. 1: She Creature) di Sebastian Gutierres ci porta ai primi anni del 1900 dove un uomo e una donna riescono a catturare una sirena e decidono di portarla in America, ma la loro nave va fuori rotta e si dirige verso le leggendarie Isole Proibite dove la sirena potrà mostrare loro tutte le sue qualità mortali.

Altra storia apparsa solo in videocassetta e DVD è questo Il Mostro oltre lo schermo (How to make a Monster) interpretato dalla figlia di Robert Duvall, Clea, e dal figlio di Robert Culp, Steven, per la regia di George Huang: Evilution è un videogioco creato e messo a punto dai migliori professionisti del genere e per un lancio spettacolare creano al computer un orribile mostro tridimensionale. Il problema è che quando si verifica un anomalo corto circuito nel computer il mostro non solo resta, ma se ne va in giro alla loro ricerca.

The lost voyage (The Lost Voyage) di Christian McIntire viene trasmesso su Telepiù Bianco il 16 giugno 2002, ma è dell’anno prima: vent’anni dopo la sua misteriosa scomparsa nel Triangolo delle Bermude, la SS Corona Queen riappare improvvisamente. Sette persone salgono a bordo per cercare di scoprire il mistero…

Altro film televisivo è Il Mutante (Project V.I.P.E.R) di Jim Wynorski dove una forma fluida creata in laboratorio uccide tutti i passeggeri di uno Shuttle per poi svolgere il suo macabro compito sulla Terra… Da noi è apparso solo in VHS e DVD. (DVD: Eagle)

(9 – fine)

Giovanni Mongini