TERMINATOR: THE SARAH CONNOR CHRONICLES

CAST

Lena Headey

Thomas Dekker

Summer Glau

Richard T. Jones

Brian Austin Green

Garret Dillahunt

Shirley Manson

Leven Rambin

Jonathan Jackson

Josue Aguirre

Brian Allen

Kristina Apgar

Edoardo Ballerini

Aaron James Cash

Luis Chávez

Catherine Dent

John DeVito

Matt McColm

Craig Fairbrass

Jesse Garcia

Brendan Hines

Neil Hopkins

David Kilde

Floriana Lima

Ambrit Millhouse

Sabrina Perez

Jonathan Sadowski

Tiya Sircar

Alessandra Toreson

James Urbaniak

Sonya Walger

Tony Wilde

Dean Winters

Charlayne Woodard

Origine: Usa, Warner Bros e Fox

Ideazione: Josh Friedman, ispirato ai personaggi della serie cinematografica di “Terminator” creati da James Cameron

Durata: due stagioni per un totale di 31 episodi di 42 minuti

TRAMA

La serie racconta la vita di Sarah Connor e di suo figlio John a partire dal 1999, quando la donna, protagonista femminile dei primi due episodi del ciclo di “Terminator”, si ritrova ad avere su di sé tutta la responsabilità dell’educazione del figlio adolescente, consapevole del fatto che in futuro avrà il ruolo di leader della resistenza umana. I due cercano di tenersi alla larga dall’attenzione del Governo, mentre complottano per distruggere la rete di computer di Skynet che ormai ha preso possesso del pianeta. Dopo il giorno del giudizio, Sarah vive con il solo scopo di proteggere suo figlio John da qualunque minaccia, soprattutto da quella dei Terminator, rinunciando a una vita normale. Per non farsi scoprire e prendere, madre e figlio devono infatti continuamente spostarsi da un posto all’altro, senza mai soffermarsi troppo in qualche luogo e senza poter costruire legami duraturi con chiunque. Ad aiutarli c’è Cameron, un nuovo modello di Terminator dalle fattezze femminili, inviata dal John del futuro per proteggere la famiglia da un altro cyborg giunto dallo stesso futuro con il compito invece di uccidere John.

NOTE

“Terminator: The Sarah Connor Chronicles” è una serie televisiva, andata in onda in due stagione dal 2008 al 2009, che si propone come un seguito del film “Terminator 2 – Il giorno del giudizio”, alternativo ai successivi capitoli cinematografici. Infatti, grazie a un paradosso temporale verificatosi nell’episodio pilota, gli eventi narrati in “Terminator 3: Le macchine ribelli” vengono relegati in una diversa linea temporale e quindi non tenuti in considerazione.

I produttori del serial sono Mario Kassar & Andrew G. Vajna (fondatori della Carolco Pictures e produttori di film come “Superstition”, “Angel Heart”, “Creatura degli abissi”, “Atto di forza”, “Riposseduta”, “Universal soldier”, “Stargate” e gli episodi cinematografici della saga di Terminator) e Josh Friedman (“La guerra dei mondi” e l’imminente “Avatar 2”).

L’episodio pilota (sceneggiato da Josh Friedman e diretto da David Nutter, regista televisivo di serie come “X-Files”, “Roswell”, “Dark Angel”, “Smallville”, “Supernatural” e “Il trono di spade”) alla messa in onda raccolse ben 18 milioni di spettatori e risultando uno dei migliori debutti telefilmici degli ultimi due anni, ma dopo due sole stagioni , a seguito del calo degli ascolti, la Fox ha ufficialmente chiuso la serie.

Diamo uno sguardo ai personaggi principali della serie.

Sarah Connor, interpretata da Lena Headey (“Il nascondiglio del diavolo”, “I fratelli Grimm e l’incantevole strega”, “300”, “Dredd”, “Shadowhunters”, “300 – L’alba di un impero” e l’imminente “Orgoglio e pregiudizio e zombi”, oltre alle serie televisive “The Hunger”, “Merlino” e “Il trono di spade”) e doppiata da Anna Cesareni, è la madre di John Connor, ricercata dall’FBI che non crede alla sua storia sulle “macchine”.

John Connor, interpretato da Thomas Dekker (“Star Trek: Generazioni”, “Villaggio dei dannati”, “From within”, il remake di “Nightmare” e i serial televisivi “Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi”, “Heroes”, “The 100” e “Star Trek – Voyager”) e doppiato da Lorenzo De Angelis, è il futuro leader della resistenza umana contro le macchine, ma oggi è solo un ragazzo intrappolato in un destino che vorrebbe evitare.

Cromartie, interpretato da Garret Dillahunt (il remake de “L’ultima casa a sinistra”, “The road” e le serie tv “X-Files”, “Seven days” e “The 4400”), è l’apparentemente indistruttibile Terminator – modello T-888 – inviato nel presente (1999 e in seguito 2007) per eliminare John Connor.

Cameron Phillips, interpretata da Summer Glau (“Serenity” e i telefilm “Angel”, “Firefly”, “The 4400”, “Dollhouse” e “Arrow”) e doppiata in italiano da Emanuela Damasio, è invece un Terminator femminile inviato indietro nel tempo (1999, in seguito 2007) dall’anno 2027 per proteggere John Connor da parte del John Connor del futuro. Il suo modello non è ancora stato rivelato ma le sue capacità superano quelle di un T-800. Il nome del personaggio fa riferimento al regista James Cameron (“Piranha paura”, i primi due Terminator, “Aliens – Scontro finale”, “The Abyss” e “Avatar”, oltre alla serie “Dark Angel”) che ha ideato la serie di “Terminator” e ha diretto i primi due film. La sua missione, prima di essere riprogrammata, era quello di infiltrarsi nella resistenza, per questo il suo aspetto esteriore è quello di Allison Young, membro della resistenza.

James Ellison, interpretato da Richard Timothy Jones (“Punto di non ritorno”, “Super 8”, il “Godzilla” del 2014) e doppiato da Gianni Bersanetti, è un agente dell’FBI che insegue i Connor e indaga sull’esistenza dei Terminator.

Derek Reese, interpretato da Brian Austin Green (“Beverly Hills 90210”, “Super Vicky”, “Sabrina, vita da strega”, “The Twilight Zone” e “Smallville”) e doppiato in italiano da Giorgio Borghetti, è il fratello di Kyle Reese, quindi zio di John Connor.

Jesse Flores, interpretata da Stephanie Chaves-Jacobsen (“Devil’s Tomb – A caccia del diavolo” e le serie tv “Farscape” e “Battlestar Galactica”), è una combattente australiana della resistenza con il rango di comandante che intrattiene nella seconda stagione una relazione con Derek Reese.

Reiley Dawson, interpretata da Leven Rambin (“Hunger games”, “Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo – Il mare dei mostri” e il telefilm “The tomorrow people”), è una liceale e anche la nuova fiamma di John durante la seconda stagione, contro il parere della madre. John non le rivela la sua storia ma ben presto realizza che la mette sempre più in pericolo standole accanto. All’insaputa di John, Jesse ha portato Reiley indietro dal futuro per evitare che si avvicini sentimentalmente troppo a Cameron. Reiley lega molto con John, ma verrà uccisa da Jesse in uno scontro.

Catherine Weaver, interpretata da Shirley Manson (meglio conosciuta per essere la cantante del gruppo dei Garbage), sempre durante la seconda stagione, è la signora a capo della ZeiraCorp azienda leader nella tecnologia informatica. In realtà è un T-1001 fatto di metallo liquido. E’ una figura ambigua che si divide tra lo sviluppo di un’intelligenza artificiale basata su Il Turco (di cui si ritiene sia il computer intuitivo precursore di Skynet) e lo sforzo di comprendere l’emotività umana tramite le attenzioni verso la figlia Savannah (di cui ovviamente non è la vera madre).

Per quanto riguarda le musiche del serial, sono state composte da Bear McCreary (“Wrong Turn 2”, “Battlestar Galactica”, “Eureka”, “The walking dead”, “Marvel’s Agents of Shield”, “Constantine”), mentre nell’ultimo episodio della prima stagione viene utilizzata la canzone “The Man Comes Around” di Johnny Cash.

Davide Longoni