CONAN IL BARBARO

SCHEDA TECNICA
Titolo originale: Conan the barbarian
Anno: 1981
Regia: John Milius
Soggetto: liberamente ispirato all’eroe di Robert Ervin Howard
Sceneggiatura: John Milius e Oliver Stone
Direttore della fotografia: Duke Callaghan
Montaggio: T. Timothy O’Meara
Musica: Basil Poledouris
Effetti speciali: Frank Van Der Veer
Produzione: Buzz Feitshans e Raffaella de Laurentiis
Origine: Usa
Durata: 2h e 08’
 
CAST
Arnold Schwarzenegger, James Earl Jones, Sandhal Bergman, Ben Davidson, Cassandra Caviola, Mako, Gerry Lopez, Valerie Queennessen, Sve-Ole Thorsen
 
TRAMA
La storia inizia in un piccolo villaggio nella nordica Cimmeria. Un potente mago attacca gli abitanti con suo esercito, spinto dalla ricerca del segreto dell’acciaio: durante la battaglia perdono la vita i genitori di Conan, un ragazzino che viene fatto prigioniero e venduto come schiavo. Resterà in questo stato fino all’età matura, quando diverrà gladiatore e sarà trasportato nel lontano Khitai, dove imparerà le tecniche di difesa e di attacco e l’uso della spada. Tenuto sempre comunque in schiavitù, dopo essere riuscito finalmente a liberarsi, va alla ricerca dell’assassino dei suoi genitori, riconoscibile da uno stemma: due serpenti che si fronteggiano, ma che sembrano tutt’uno. Aiutato dalla bionda guerriera Valeria e dal ladro Sabotai, cui ha salvato la vita, Conan riuscirà alla fine a uccidere il mago Thulsa Doom e a vendicare la sua famiglia, ma a caro prezzo: la morte di Valeria, della quale nel frattempo si era innamorato.
 
NOTE
Tutto iniziò quando Edward Pressman e Edward Summer decisero di fare il primo film dedicato a Conan. All’inizio si posero molti ostacoli sul loro cammino per la realizzazione della pellicola: la scelta dell’attore che avrebbe dovuto impersonare tutte le caratteristiche che il barbaro aveva assunto attraverso i vari scritti e le illustrazioni ormai note a tutti gli appassionati; l’acquisizione dei diritti che erano divisi tra varie persone; infine la scelta di un regista adatto a trasformare un “pezzo di carta” in un personaggio in carne ed ossa. Finalmente dopo sei anni di duro lavoro venne dato il primo colpo di manovella in Spagna per la realizzazione di “Conan il barbaro”.
La storia è un intreccio di episodi “reali” del cimmero e di libere invenzioni da parte del regista, pur restando all’interno dei canoni.
Il mago nemico di Conan, Thulsa Doom, in realtà era l’acerrimo nemico di Kull di Valusia, l’eroe nato dalla penna di Howard dalle cui ceneri nacque proprio il cimmero, una sorta di omaggio del regista al passato letterario di Conan.
Nel ruolo del barbaro troviamo Arnold Schwarzenegger che da qui in poi si cimenterà in moltissime pellicole di genere fantastico, tra cui ricordiamo la saga di “Terminator” e il primo “Predator”.
 

Originariamente pubblicato sul numero 7 de LA ZONA MORTA, settembre 1991
Corretto e ampliato per il sito LA ZONA MORTA, dicembre 2007

10/01/2008, Davide Longoni