HALLOWEEN II – IL SIGNORE DELLA MORTE

SCHEDA TECNICA
Titolo originale: Halloween II
Anno: 1981
Regia: Rick Rosenthal
Soggetto: John Carpenter e Debra Hill
Sceneggiatura: John Carpenter e Debra Hill
Direttore della fotografia: Dean Cundey
Montaggio: Mark Golblatt e Skip Schoolnik
Musica: John Carpenter e Alan Howarth
Effetti speciali: Lawrence J. Cavanaugh
Produzione: John Carpenter e Debra Hill
Origine: Usa
Durata: 1h e 32’
 
CAST
Jamie Lee Curtis, Jeffrey Kramer, Donald Pleasence, Nancy Loomis, Dick Warlock, Charles Chyphers, Lance Guest, Pamela Susan Shoop, Hunter Von Leer, Tawny Moyer, Ana Lycia, Nancy Stephens, Leo Rossi, Ford Rainey
 
TRAMA
Il film inizia esattamente laddove terminava il primo capitolo. Michael Myers sembra che finalmente sia morto, ucciso dal dottor Loomis… poco dopo però l’assassino si rialza, pronto a compiere nuovi delitti durante la notte di Halloween, ma soprattutto deciso più che mai a uccidere Laurie, unica sopravvissuta, per ora, al massacro. La ragazza intanto è stata portata in una clinica per essere curata, ma Michael la raggiungerà anche lì e ingaggerà con lei l’ultimo combattimento all’arma bianca… ma sarà davvero finita?
 
NOTE
Il regista Rick Rosenthal si è occupato soprattutto di televisione durante la sua carriera, firmando alcuni episodi di “Smallville” e “Buffy, l’ammazzavampiri”. Recentemente è tornato a occuparsi però di Michael Myers girando nel 2002 “Halloween: resurrection”, l’ottavo capitolo della saga.
Il film è il seguito diretto del primo ed è stato scritto e prodotto sempre dall’accoppiata John Carpenter e Debra Hill. Carpenter, che poi ha diretto anche alcune scene addizionali non contento del lavoro di Rosenthal, avrebbe voluto che la regia fosse affidata a Tommy Lee Wallace, il quale però declinò l’invito per accettare invece di girare “Halloween III”, unico film della serie non riguardante le gesta di Michael Myers.
La colonna sonora, interamente composta dallo stesso Carpenter insieme a Alan Howarth utilizzando un sintetizzatore, strumento molto in voga a quei tempi, contiene solamente un brano musicale di repertorio: si tratta di “Mr. Sandman” dei The Chordettes.
31/10/2008, Davide Longoni